top of page

Villa Nachini Cabassi

Italiano
00:00 / 01:26
Slovenski
00:00 / 01:26
Deutsche
00:00 / 01:33
English
00:00 / 01:27
banner.jpg

Petar Nakić, italianizzato in Pietro Nachini, fu un organista e costruttore di organi croato. Giunto in Italia nella prima metà del XVIII secolo per amore della musica, studiò nel convento di San Francesco della Vigna a Venezia. Nel 1729 lasciò l’Ordine francescano e divenne prete secolare. La sua bravura nell’attività di organista era molto nota: i suoi organi erano diffusi nei territori della Repubblica di Venezia, in Romagna, nelle Marche, in Istria e in Dalmazia.

Nel 1734, il dotato artigiano e musicista stava lavorando al restauro dell’organo del duomo di Cividale del Friuli, attività complessa e delicata, che richiedeva conoscenze di meccanica e di ebanisteria. Secondo alcune fonti fu il curioso sacrestano del Duomo, «dedito al vino più di quanto ne conviene», che rovesciò inavvertitamente un vaso di colla sull’organo in restauro. La colla, penetrata tra i meccanismi dello strumento, costrinse Pietro Nachini a rifare parte del lavoro già realizzato e ciò comportò un notevole aumento dei costi per il restauro. Poiché il Capitolo di Cividale non disponeva di molte sostanze, nel 1737 decise di onorare il debito con l’organista croato cedendogli alcune proprietà ricevute da un recente lascito del Cividalese Giorgio Antonio Pozzi. Tra queste proprietà, c’era anche quella che diventerà Villa Nachini.

https://www.villanachini.com/

bottom of page